HomeCorporateCustomer Magazine WIN!In AzioneProduzione allo stato dell'arte

Produzione allo stato dell'arte per una specialità tradizionale

Nelle linee di produzione end-to-end sviluppate dall'azienda Anselmo per la produzione di pasta, u-remote risulta un componente essenziale del sistema di automazione distribuita

 

Farina di grano duro e acqua - questi semplici ingredienti base hanno stimolato la creatività degli chef di tutto il mondo. Forse questo è dovuto, soprattutto, alla varietà di forme che la pasta propone. Sia che si tratti di spaghetti dello spessore e lunghezza ideali, o farfalle con il suo centro pizzicato e due ali come un papillon, ogni varietà di pasta ha il suo carattere, che lo rende ideale per determinati piatti.

Innumerevoli varietà di pasta vengono servite in tutto il mondo. Quindi non c'è da meravigliarsi che il costruttore italiano Anselmo fornisca i propri impianti ai clienti di 25 paesi in quattro diversi continenti.

Le eccellenti prestazioni del sistema di I/O remoto vengono alla ribalta negli impianti del costruttore italiano di macchine per la produzione di pasta, in quanto facilitano l'armonizzazoine dei processi produttivi.
La ricetta del successo: ingredienti d'alta qualità e tecnologia avanzata
In qualità di leader globale nella progettazione, costruzione ed installazione di macchinari per la produzione di pasta, Anselmo offre soluzioni chiavi in mano che includono anche linee di confezionamento speciali per la pasta e sistemi di magazzinaggio.
“Oltre all'elevata qualità delle materie prime, una produzione eccellente di pasta dipende, soprattutto, dal disporre di tecnologie allo stato dell'arte. Per consentire ai nostri clienti di produrre pasta perfetta, siamo impegnati nello sviluppo di processi produttivi moderni con gli standard qualitativi più alti,” afferma Valter Clerico di Anselmo, descrivendo gli obiettivi degli esperti d'automazione italiani.
Valter Clerico, Responsabile del Reparto Elettrico e Automazione della Anselmo, e Francesco Papa di Weidmüller sono soddisfatti della proficua collaborazione.

Tenendo presente questo, l'intera architettura d'automazione degli impianti di produzione è stata recentemente ridisegnata, a partire dagli ingressi e uscite del quadro elettrico principale, che abitualmente erano locali, Anselmo per il futuro punta su sistemi con una struttura distribuita. Gli I/O remoti, distribuiti lungo tutte le linee di produzione, permettono una progettazione di impianti ancora più flessibile, in modo che le esigenze di ogni tipo dei clienti siano soddisfatte in modo ottimale.

"Quando ha scelto un sistema I/O remoto adatto per la riprogettazione, Anselmo aveva tre chiare esigenze: ridurre la quantità di cablaggi, ridurre al minimo i tempi d'installazione e ridurre lo spazio richiesto", ricorda Francesco Papa di Weidmüller, che offre i propri consigli al produttore italiano di impianti. "Con il nostro sistema u-remote è stato facile per noi di soddisfare queste aspettative. Dopo aver analizzato insieme la struttura d'automazione siamo stati in grado di sviluppare con Anselmo una soluzione che li ha convinti fin dall'inizio."

Prestazioni d'impianto affidabili in qualsiasi condizione

A seconda del tipo di impianto, nelle linee di produzione realizzate da Anselmo vengono utilizzate da sei a nove stazioni u-remote. L'alto livello di prestazioni in termini di comunicazione è fornito da accoppiatori bus di campo che rispondono agli standard PROFINET-IRT e permettono una sincronizzazione veloce e d'alta precisione tra gli I/O, il sistema di comando e le parti in movimento dell'impianto. La stazione bus u-remote ad alte prestazioni può gestire fino a 256 DI/DO in 20 microsecondi. Il breve tempo di reazione che ne risulta, la capacità di risposta rapida e la mappatura d'alta precisione delle operazioni nell'impianto assicura la perfetta armonizzazione di tutti i processi produttivi.

 

Oltre a ciò, i moduli d'alimentazione SIL-3 forniscono ulteriori vantaggi che permettono ad Anselmo di impostare facilmente soluzioni di sicurezza distribuita. Utilizzando il PLC standard ed avvalendosi di moduli standard di stazione, in caso di emergenza i messaggi di stato possono essere scambiati e gli attuatori possono essere interrotti in modo sicuro. Si assicurano così le funzionalità più complesse nel modo più semplice e flessibile.

Una soluzione completa per connessioni industriali
“Abbiamo capito fin dall'inizio come u-remote fosse una soluzione altamente innovativa. La struttura compatta e modulare del sistema è l'ideale per le nostre esigenze per quanto rigurada la progettazione dell'impianto che, nonostante tutti i propositi di standardizzazione, include sempre anche elementi di personalizzazione per il singolo cliente” afferma Valter Clerico di Anselmo.
“Gli esperti Weidmüller ci hanno dato consigli eccellenti su come impostare, configurare e posizionare le stazioni di I/O per i vari tipi di impianto che progettiamo. Questo ci ha permesso di dedicare tutta la nostra attenzione alla configurazione di rete.”
Anselmo fa affidamento su Weidmüller non solo per il sistema di I/O remoto, ma anche perchè lo considera un partner olistico per le connessioni industriali. L'offerta spazia dalle soluzioni di alimentazione continua agli switch ad alta flessibilità per la comunicazione Ethernet, dai sistemi di protezione contro le sovratensioni ai componenti perfettamente combinati per quadro elettrico e cablaggi in campo. Le connessioni realizzate con questa gamma di soluzioni contribuiscono al raggiungimento delle massime prestazioni delle linee di produzione Anselmo – e a mettere una pasta perfetta nei piatti di tutto il mondo.

Anselmo per il futuro punta su sistemi con una struttura distribuita