HomeCorporate

Nuovi standard nella densità di cablaggio

Con l'introduzione del nuovo connettore HD, u-remote permette di installare 8 sensori o attuatori innestabili singolarmente in un unico modulo. Il Product Manager Andreas Hoffmann spiega come questa nuova soluzione aumenti ulteriormente la velocità di progettazione e velocizzi le operazioni di manutenzione e retrofitting.

 
WIN! Dopo il successo riscosso dal lancio sul mercato di u-remote alla fine del 2013, Weidmüller si è preparata alla Fiera di Hannover Messe 2014 con prestazioni ancora migliorate e, contemporaneamente, con operazioni semplificate. Cosa si cela dietro a questi nuovi standard?
Hoffmann: Questi sono i risultati dei nostri nuovi moduli HD, che riescono ancora ad alzare l'asticella nelle moderne tecnologie di I/O. L'abbreviazione “HD”, che sta per “High Density”, non è una coincidenza. I nostri connettori che misurano solo 8 mm di larghezza sono solo la metà dei connettori plug-in precedenti. Questo si traduce in 32 punti di connessione in un modulo largo 11.5 cm, che era già il più sottile sul mercato.
WIN! In termini pratici, quale valore aggiunto specifico offre questa novità agli utilizzatori di u-remote?
Hoffmann: Questa novità significa che u-remote offre un livello di densità di cablaggio mai raggiunta prima. Mentre è comparabile dal punto di vista della gamma di funzioni, la nostra soluzione è notevolmente meno ingombrante dei sistemi alternativi. Dopo tutto, la densità di cablaggio va naturalmente di pari passo con le strutture d'impianto flessibili. Nei nuovi moduli HD c'è abbastanza spazio per tutti i cablaggi di 8 sensori o

Nuovo e unicamente con u-remote: la più alta densità di cablaggi in un unico modulo, la più ridotta larghezza di modulo e i più bassi requisiti di sistema rispetto ai moduli di alimentazione

attuatori innestabili singolarmente, ognuno con 4 linee. Questi potrebbero dover essere suddivisi su diversi moduli, su altri impianti in quel momento disponibili.

u-remote sta per opzioni di progettazione flessibili nello spazio più piccolo
WIN! Chiaramente, il design compatto porta benefici tangibili nella progettazione. Ma quali sono i vantaggi durante il processo d'installazione?

Hoffmann: Naturalmente, noi stiamo continuando nello sviluppo del concetto di operatività di u-remote. Grazie all'ingegnosa tecnologia plug-and-play dei nostri moduli HD, i lavori d'installazione negli spazi più ristretti possono essere completati velocemente e in sicurezza nelle applicazioni decentralizzate. Il contatto a perforazione d'isolante (IDC) semplifica l'assemblaggio dei cavi riducendolo alla semplice spellatura delle linee sensore che vengono inserite nei connettori, a loro volta crimpati con un utensile.

Lavorare con cavi preassemblati per connettori plug-in riduce il numero di errori di cablaggio pur riducendo notevolmente i tempi d'installazione. Questo significa che interi gruppi di moduli della macchina possono essere cablati più velocemente e trasferiti all'area produttiva come parte di un processo molto più semplice. E' ovvio che i successivi interventi di manutenzione e retrofitting risultano anch'essi molto più lineari.