RoHS

RoHS

La restrizione del piombo e di altre nove sostanze potenzialmente pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche è specificata dalla Direttiva UE 2011/65/UE.

In quanto società orientata al valore, Weidmüller è consapevole della sua responsabilità nei confronti di clienti, dipendenti, comunità e ambiente. Per questo, per Weidmüller è scontato assumersi la responsabilità nell’ambito della direttiva ROHS 2011/65/UE. In questo contesto, desideriamo fornire una panoramica sul contenuto della direttiva.

Indicatori della direttiva RoHS 2011/65/UE
Nel dicembre 2008 la Commissione europea ha proposto di revisionare la direttiva 2002/95/CE.
Il risultato della presente rifusione è la direttiva 2011/65/UE (in seguito denominata "direttiva RdHS" o "RdHS II"), adottata definitivamente il 27 maggio 2011. La direttiva RoHS è stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’UE il 1° luglio 2011 ed è entrata in vigore il 21 luglio 2011. Entro il 2 gennaio 2013 gli Stati membri hanno dovuto integrare la direttiva di rifusione RoHS nel diritto nazionale.

La direttiva RoHS è soggetta a un ciclo continuo di rivalutazione. Ciò significa che ogni quattro anni potrebbero essere vietate nuove sostanze o potrebbero essere omesse norme eccezionali o nuove sostanze collegate.

Nel luglio 2019 è stata effettuata una estensione dell'allegato II della direttiva mediante la modifica (UE) 2015/863. L’elenco delle sostanze regolamentate è stato esteso da quattro cosiddetti plastificanti. Tuttavia, la denominazione originale della direttiva 2011/65/UE rimane invariata.

Le seguenti sostanze usate nei prodotti elettronici rientrano nei limiti della direttiva:

  • Piombo (Pb)
  • Mercurio (Hg)
  • cadmio (Cd)
  • cromo esavalente (Cr (VI))
  • bifenile polibromurato (PBB)
  • eteri di difenile polibromurati (PBDE)
  • Ftalato di bis(2-etilesile) (DEHP)
  • Ftalato di benzile butile (BBP)
  • Ftalato di dibutile (DBP)
  • Ftalato di diisobutile (DIBP)

Dato che non tutte le sostanze possono essere facilmente sostituite da prodotti elettrici ed elettronici, l’allegato A della direttiva contiene un elenco di esenzioni. Tali esenzioni si applicano per un periodo di tempo limitato, per materiali o a seconda della applicazione .

Classi dell’apparecchiatura ROHS:

  • grandi elettrodomestici
  • piccoli elettrodomestici
  • apparecchiature informatiche e di telecomunicazione
  • attrezzature di consumo
  • apparecchiature di illuminazione
  • utensili elettrici ed elettronici (ad eccezione di utensili industriali fissi su larga scala)
  • attrezzature per giocattoli, divertimento e sport
  • dispositivi medici
  • strumenti di controllo e comando, compresi quelli per il controllo industriale e per il comando
  • erogatori automatici
  • altre apparecchiature elettriche ed elettroniche non coperte da nessuna delle categorie precedenti